Mayo Clinic, Apple, IBM: salute e Social Media

29/09/2014

Interagire con i Social Media significa stabilire relazioni significative con le persone, con i pazienti e con gli utenti. Lee Ase, Direttore di Mayo Clinic Center for Social Media, una delle organizzazioni no-profit per la pratica e la ricerca medica più importanti al mondo, in una recente intervista ha affermato che la collaborazione tra la pratica clinica e i Social Media può contribuire ad un maggior coinvolgimento online degli utenti. Già dal 2009 la Mayo Clinic utilizza soprattutto Twitter per connettersi con il suo pubblico.

Oggi, i bisogni delle persone sono orientati al connubio e alla funzionalità costo-efficacia: accoppiando questo aspetto con quello sanitario e psicologico, si aiutano i pazienti a fare scelte più consapevoli , facilitandoli nella ricerca e nella soddisfazione delle proprie esigenze. Ad esempio, l’app relativa alla gravidanza è stata progettata per accompagnare le madri lungo il percorso della gestazione e durante i primi mesi di vita del nascituro.

 

Il 9 settembre 2014 Mayo Clinic e IBM hanno annunciato il lancio di un progetto che vede Watson, il sistema di cognitive computing di IBM, abbinare con rapidità i pazienti alle cure cliniche più adeguate per il cancro. Non solo: Mayo Clinic collaborerà anche con Apple e “rivoluzionerà l’industria della salute”, come ha affermato il CEO della Mayo Clinic Dr. John Noseworthy. Oltre a migliorare la conoscenza sul proprio stato di salute, le applicazioni Apple della Mayo Clinic aiutano a pianificare le visite di follow-up (controllo) dei pazienti.